BaselWorld 2019: Rolex

Scritto da:Fabrizio Bonvicino|

Dopo numerosissime voci di corridoio che annunciavano la fine della produzione dei modelli sportivi di punta, come Batman (116710BLNR) e Hulk (116610LV), ci troviamo oggi a discutere le novità Rolex a BaselWorld 2019.


Spiacevole notizia per gli speculatori, il GMT Master 2 “Batman” è ancora in produzione… questa volta con bracciale Jubilee!

Cambiare il bracciale da Oyster a Jubilee non è una mossa così entusiasmante o ricca di ingegno, ma quest’anno le idee sembrano scarseggiare per il brand. L’unico aggiornamento rilevante apportato al famigerato modello, è l’introduzione del nuovo calibro 3285 in sostituzione del vecchio calibro 3186.

Il prezzo di listino per questo “nuovo” Batman è di €8.600 – Ref.126710BLNR


Il nuovo Yacht-Master 1 con cinturino OysterFlex: cassa da 42mm in oro bianco.


L’oro rosa ha riscosso notevole successo dalla prima presentazione a BaselWorld 2015 e, sinceramente, non ci saremmo aspettati un modello in oro bianco, eppure…

Il prezzo per questo nuovo YM I 42mm è di €25.950 – Ref.226659


Sea-Dweller in acciaio e oro… davvero?!


La combinazione di metalli meno apprezzata della storia di Rolex viene riproposta per la prima volta sul Sea-Dweller, con lente ciclope (come a Basilea 2018) ad un prezzo di €14.950 – Ref.126603

Cos’ha di diverso da un Submariner 116613? Quasi nulla se non lo spessore, qualche tacca sulla ghiera e la resistenza a profondità molto elevate.

Rolex sta evidentemente cercando di incrementare la richiesta dei modelli acciaio e oro. Con il GMT Master II acciaio e oro rosa ci è riuscita ma per questo Sea-Dweller,noi di ItalianWatchSpotter la vediamo un po’ dura.

Davvero un subacqueo ha bisogno dello scintillante oro giallo nelle profondità sottomarine? Chissà…


Il GMT Master II “Pepsi” in oro bianco si rinnova con un quadrante meteorite.

Dopo il fallimento dell’anno scorso del quadrante blu sullo stesso modello (rimasto in produzione per soli due mesi), quest’anno arriva un quadrante davvero inaspettato.

La meteorite è stata usata in precedenza su alcuni modelli di Daytona e Day-Date. A prima vista è un orologio che piace, particolare al punto giusto e non troppo banale.

Prezzo di cartellino: €35.750 – Ref.126719BLRO

Anno di diamanti per il Daytona


In molti si sarebbero aspettati un Daytona in acciaio e oro ma con lunetta in ceramica.
Rolex ha deciso invece di stupirci con un modello totalmente in oro giallo, cinturino OysterFlex, lunetta con diamanti a taglio baguette e un quadrante pavé con un motivo davvero particolare.

Solo per polsi vistosi o sceicchi! (Niente prezzo di listino disponibile per ora).


Nuovo Day-Date 36mm oro giallo e quadrante verde, forse il miglior orologio di quest’anno.


Presentato con cassa 36mm in oro giallo ed un meraviglioso quadrante verde ombré con finitura soleil, è forse il protagonista di quest’anno.
Sul quadrante 8 diamanti per gli indici più due baguette ad ore 6 e 9, è un orologio dal look moderno ma dal fascino vintage.

Prezzo di cartellino di €32.200 – Ref.128238

Degne di nota tutte le altre versioni del Day-Date 36

Oro giallo e quadrante in turchese, oro bianco con quadrante rosa, oro rosa e oro bianco con baguette rainbow… sono fin troppi! Molti di questi sono ispirati ai vecchi quadranti Stella.

Sembra proprio che Rolex si sia focalizzata su questo modello per dare il meglio di sé quest’anno.
A nostro parere sono tutti modelli, per quanto estrosi, ben riusciti.

Finalmente una collezione che fa onore all’epoca d’oro del Day-Date.


Una serie di mosse inattese da parte della maison ginevrina, in tendenza opposta alle aspettative di tutti.

Adesso siamo curiosi di vedere qualche pezzo dal vivo ma soprattutto di vedere la risposta che il grande pubblico darà a queste nuove uscite

Autore

Co-fondatore e COO
Classe 1999. Da una piccola idea, ha dato vita con i suoi soci a quella che è ora le realtà di orologeria più conosciute tra i giovani in Italia. Persistenza, totale dedizione e un’instancabile voglia di fare, sono tutto ciò di cui ha bisogno. Prende il ruolo di COO e Chief Editor per i canali social.
Back to top