Gli orologi del "Divo", Giulio Andreotti

Scritto da:IWS Team|

“Il potere logora chi non lo ha“

@panorama

È questa la frase con cui ricordiamo uno dei più noti politici italiani di sempre: Giulio Andreotti.

“Il Divo“, cosi’ chiamato scherzosamente, è stato protagonista della scena politica degli ultimi cinquant’anni del XX secolo, con un curriculum d’eccezione. Sette volte presidente del Consiglio, otto volte ministro della Difesa, cinque volte ministro degli Esteri, due volte delle Finanze, del Bilancio e dell’Industria, una volta ministro del Tesoro e una ministro dell’Interno, sempre in Parlamento dal 1945.

Figura complessa e controversa della nostra storia, è stato al centro di numerose polemiche, indagini e vicende che caratterizzano il secondo Novecento italiano.


La passione per gli orologi

Non sappiamo se la sua fosse vera passione o semplice vezzo: secondo molti infatti, tutti gli orologi che Andreotti indossò gli furono regalati durante la sua carriera, e noi non stentiamo a crederlo.

Quello che per certo sappiamo è che nel corso della sua vita, il politico era solito indossare un orologio, sempre con bracciale o cinturino molto più grandi del suo polso, che finivano per farlo scivolare nella manica della camicia con il quadrante rivolto verso l’interno.
Un’altra particolarità, se si guarda alle foto d’archivio, è che “il Divo” ha quasi sempre al polso un orologio Rolex.

Non è una novità che questo brand abbia vestito da sempre i polsi delle celebrità, come ormai saprete guardando la pagina. Sebbene siano più celebri gli esempi nel cinema e nella moda, Rolex ha avuto diversi fan anche in politica, tanto da arrivare ad essere “l’orologio dei presidenti” per antonomasia con il Day-Date.

Ma veniamo ora alla collezione di Giulio Andreotti:

Rolex GMT Master Ref. 6542

In questa foto degli anni ’70 vediamo al polso del politico il primo Rolex GMT Master ref.6542 con ghiera in Bakelite. Già spottato sulla pagina, questo modello raggiunge oggi quotazioni tra gli 80.000 e i 90.000 €, grazie alla sua incredibile rarità.


Rolex Gmt-Master Ref. 1675

Il 6542 non era l’unico GMT di Andreotti. Ne vediamo infatti altri due decisamente diversi tra loro, entrambi ref. 1675, con ghiera colorata in metallo e crown guards.

Forse una passione, forse semplice gusto di chi glieli regalò, sta di fatto che il GMT è il modello prevalente nella collezione del politico.

Nella foto sopra possiamo vedere al polso di Andreotti un Rolex Gmt-Master ref.1675 con ghiera “Pepsi“. Simile nei colori, ma posteriore al 6542, questo modello si posiziona oggi con una quotazione tra i 12.500 e i 16.000 , sicuramente maggiore a quella che aveva ai tempi.

L’ultimo GMT che vediamo al polso del Divo è un 1675/3 chiamato “Root Beer” per via dei suoi colori.

Le particolarità di questo modello sono il quadrante, detto “nipple dial” per via della forma degli indici, i colori della ghiera e la combinazione acciaio-oro. Tutte queste caratteristiche unite hanno contribuito a creare un modello iconico, immediatamente riconoscibile, anche solo vedendolo spuntare dal polsino di una camicia.

La cifra da pagare per questo orologio oggi si aggira tra gli 8.000 ed i 12.000 €.


Il Day-Date Ref. 19018

Con l’avvento del quarzo intorno agli anni 80, Andreotti decide di restare al passo coi tempi. Senza mai allontanarsi dalla casa Rolex sceglie un Day-Date Oysterquartz ref. 19018 in oro, che ricorda il tipico “orologio dei presidenti”, in una versione più moderna per l’epoca. Ad oggi, un esemplare simile si può trovare tra i 9.500 e gli 11.500 €.


Il Daytona

Chi lo ricorda in foto, sul giornale o in televisione durante gli ultimi vent’anni della sua vita, non può non aver notato il Rolex Daytona ref.116520 con cinturino nero. Questo modello, decisamente il più indossato dal politico al tramonto della sua carriera, si aggira oggi tra i 15.000 ai e i 20.000 €.


Patek Philippe

L’ultimo orologio che scopriamo è un Patek Philippe degli anni ’60, referenza 3468 in oro bianco a carica manuale con bracciale integrato.

Un orologio di grande classe ed eleganza, quali sicuramente vantava anche il Divo, per la prima volta non proveniente da casa Rolex. Malgrado il marchio prestigioso ed il materiale, questa tipologia di segnatempo è molto poco apprezzata ai giorni nostri, tanto che un oggetto come questo viaggia tra gli 8.000 e i 9.000 .

Certo, se al contrario avessimo in mano proprio l’orologio che nella foto vediamo al polso di Andreotti cambierebbe tutto, e probabilmente staremmo già chiamando una importante casa d’aste…


Giulio Andreotti era considerato il simbolo di un potere enigmatico che si spostava tra zone di luce e ombre.

Per quasi mezzo secolo ha goduto e sofferto della sua fama di politico cinico e macchiavellico, tanto da guadagnarsi il titolo di “ Belzebu’” (uno degli appellativi del Diavolo), come lo chiamavano i suoi oppositori. Di questo personaggio si potrebbero raccontare tanti aneddoti e vicende di cui fu protagonista, ma è stato quello che è stato: il Re della politica italiana per più di 50 anni, con un discreto gusto in fatto di orologi.

Autore

IWS Team
Team Italian Watch Spotter
Team Italian Watch Spotter

Ti potrebbero interessare

Back to top