Novità Audemars Piguet 2021

Scritto da:Andrea C.|
9 minuti

Lunedì 29 Marzo, durante il “Social Club”, Audemars Piguet ha annunciato le novità del 2021.
Una l’avete già letta in un nostro articolo, ma è tempo di vederle nel dettaglio!

Audemars Piguet 2021: Code 11.59

Il trionfo del “due toni”.
Abbiamo cominciato con il [Re]Master 01 (che trovate in questo articolo), ed ecco che la tendenza prosegue: torniamo ad avere più colori sulla stessa cassa. Il risultato? Per me assolutamente centrato!

Eccoci qua, quindi, con due aggiunte alla collezione Code 11.59, la più dibattuta di sempre.
Oro rosa e oro bianco (che sottolineano l’intento di restare sui metalli nobili), uniti però alla ceramica nera.

Come sempre abbiamo una moltitudine di dettagli, su questo cronografo automatico flyback di manifattura. Degni di nota sono sicuramente i quadranti, fumé e ricchi di giochi di luce, e la carrure. L’idea di avere la parte ottagonale della cassa a contrasto con il resto mette ulteriormente in luce la fusione di forme che crea questo orologio.

Dulcis in fundo: cinturino perfetto, rende gli orologi veramente aggressivi e non banali. Brava AP, come sempre.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak Offshore Diver

Nuovo movimento, nuovo cinturino…nuovo orologio!
Il Diver resta sempre il caro vecchio diver, ma con una faccia nuova. In tre colori (khaki, grigio e blu), abbiamo un orologio con una nuova estetica, ma soprattutto una nuova funzione.

Di manifattura, questa volta, non andiamo a guardare il movimento, ma il cinturino: per la prima volta su questo orologio, Audemars Piguet ha sviluppato un sistema che permette di sostituire cinturino e fibbia in completa autonomia.

Cambiano anche il movimento e diversi elementi estetici, che rendono questo oggetto qualcosa di davvero desiderabile e ben fatto.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak Offshore Chronograph

Arriva l’Offshore da 43mm, più piccolo rispetto al precedente. Grande notizia!

Troviamo cinque colori molto versatili, con una nuova ergonomia e due dettagli importanti. Il primo è il calibro di manifattura 4401, da ora presente in questa collezione. Si tratta di un movimento di altissimo livello, che siamo felici di vedere espandersi nelle varie collezioni AP.

La seconda novità rispecchia i Diver: lo sgancio rapido. L’ho provato in prima persona e posso dirvi che è davvero comodo e fatto molto bene, ma soprattutto facile da usare.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak Offshore Selfwinding Flying Tourbillon Flyback Chronograph

No, non è un concept, anche se ci assomiglia moltissimo.
Con questo pezzo, Audemars Piguet concilia due complicazioni che adoro vedere assieme (in realtà 3…): cronografo (flyback) e tourbillon.

Sempre 43mm, in limited edition da 100 pezzi. Molto più che sfizioso, non vedo l’ora di vederlo dal vivo. Per quando mi riguarda, forse il più bel pezzo tra gli Offshore, non da tutti.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak Selfwinding Chronograph

Protagonista, ancora una volta, è il calibro 4401, che troviamo anche su questo orologio. Possiamo dirlo: finalmente!

Il bello di questo movimento, oltre alla sua qualità e costruzione, è nella complicazione del flyback, che permette di riavviare il cronografo senza resettarlo né stopparlo.

41mm, tutti in oro rosa, con nuovi quadranti Grande Tapisserie in blu e marrone, e cinturini coordinati. Fa piacere vedere anche, appunto, il cinturino, che secondo me rende questi orologi perfetti per essere usati anche in un contesto (quasi) formale.

Molto piaciuti, anche se non impazzisco per il fondello in zaffiro e, ahimè, odio la data sui cronografi.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak “Jumbo” factory set diamanti

Lo sapete, i diamanti sono un mio pallino…
E questa volta li troviamo in ben 3 nuove versioni. La scelta della cassa Jumbo (39mm) è azzeccata: siamo ad una misura di mezzo tra uomo e donna, secondo alcuni, e non è raro vedere belle ragazze con in dosso questo orologio.

Bellissimi i colori dei quadranti e gli indici… ahimè non amo i diamanti con taglio brillante su cassa e bracciale, ma di sicuro questa volta chi pensa di prendere un “bust down” non deve nemmeno provarci.

Per scoprire di più sugli orologi con pietre preziose clicca qui.

Audemars Piguet 2021: Verde come la speranza…

Lo so che li stavate aspettando… ed ecco che ve li portiamo: i nuovi AP Royal Oak verdi, in tutte le salse!

Cinque varianti, già andate a ruba, che tutti noi stavamo aspettando anche senza saperlo.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak “Jumbo” verde

È il 15202 più bello che io abbia visto finora. Di gran lunga meglio del blu…
Certo, non è acciaio ma platino, il metallo che preferisco su Audemars Piguet senza alcun dubbio, e già partiamo bene. Poi, eccoci qua, troviamo questo quadrante verde. Fumé, soleil, minimalista, classico…

È, come forse per tutti, la mia release preferita…

Non è un’edizione limitata, ma gira voce che i pezzi prodotti saranno veramente pochi, tutti riservati soltanto alle AP House (le “case” che AP ha nel mondo, di cui una a Milano), e tutti già allocati…

Sogno di vederne uno al polso? Sì. Lo vorrei più di ogni altro orologio in catalogo? Pure.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak Cronografo flyback verde

Edizione limitata di 125 pezzi, in oro giallo con Grande Tapisserie verde.
Su questo modello, a differenza dei precedenti, troviamo il calibro 2385, semplice e non flyback. D’altronde non possiamo pretendere tutto dalla vita, e la combinazione cromatica è già super.

Curiosissimo di vederlo anche con cinturino, secondo me meno eclatante del Jumbo, ma bellissimo.

Audemars Piguet 2021: Royal Oak Flying Tourbillon verde

Tre varianti di questo tourbillon volante, tutte su cassa da 41 mm e con quadrante Tapisserie…verde!

Oro rosa, limitato a 10 pezzi, titanio, 50 pezzi e…titanio con lunetta oro bianco e smeraldi, 15 pezzi mondo.
Lascio a voi immaginare quale sia il mio preferito tra questi, anche se ci siamo già arrivati tutti. Verde + verde + bianco penso sia realmente insuperabile.

Particolare la scelta di proporre tutto in edizione limitata, per quanto comprensibile. La versione in titanio è realmente geniale, e penso sia la conferma di quale sarà il prossimo materiale più diffuso dopo l’acciaio.

Se non fossero 41, potrei forse dire che li ho preferiti al Jumbo

Audemars Piguet 2021: Collaborazione con Marvel

Arriveranno a breve altre notizie, per il momento è ufficiale: Audemars Piguet collaborerà con Marvel per la realizzazione di alcuni orologi ispirati ai personaggi della casa. Il comunicato stampa parla anche di segnatempo che guardano ai vecchi Gerald Genta con personaggio.

A breve verrà annunciato altro, e noi saremo in prima fila per farvelo vedere. Io non sto più nella pelle..

Audemars Piguet 2021: Niente più 15202?

Vi lascio qui un articolo che parla della futura scomparsa del Royal Oak Jumbo a partire dal 2022, forse la notizia meno attesa…

Fateci sapere qual è stato il vostro preferito e che cosa vi aspettavate di diverso..!

Autore

Andrea C.
Direttore Editoriale
Studente di Ingegneria e appassionato di orologeria da ormai cinque anni, da qualche tempo vive il mondo delle fiere e degli eventi, con precedenti esperienze come redattore ed è attualmente il responsabile dell’online magazine.

Ti potrebbero interessare

Back to top