Cosa Significa SEL In Orologeria ?

Scritto da:Vittorino Loreto|
9 minuti

Tabella dei Contenuti

Ormai da tempo, si sa, i commercianti utilizzano termini e parole che ai meno avvezzi possono risultare strani e incomprensibili. Tra tutte le parole simili che abbiamo trattato in questo articolo qui, oggi vi parleremo di una dicitura tra le più enigmatiche ma allo stesso tempo estremamente semplici, per rispondere alla domanda: cosa significa SEL?

Un Acronimo per Solid End Links

La dicitura SEL sta per “Solid End Links”. Significa che il cinturino dell’orologio in questione ha subito una variazione, in particolare, che la maglia terminale (solitamente cava e ripiegata) è stata sostituita con una maglia piena. È una terminologia usata soprattutto per Rolex e le diverse varianti di bracciale adottate nel tempo.

Perché si inserisce una maglia SEL?

Come siamo abituati a notare, l’orologeria tra le tante passioni che esistono, è una di quelle che da maggior importanza ai dettagli. Una sbavatura su un logo, una impercettibile variazione di colore dei contatori, una scritta più spessa di un altra, sono tutti elementi sostanziali.

Quindi non ci deve stupire se anche il cambio di una maglia sia da considerarsi degno di nota. E vi dirò di più, una SEL influisce, in termini di funzionalità, molto più dei dettagli descritti in precedenza (non per il valore dell’orologio però). La solid end link, infatti, viene principalmente utilizzata per dare maggiore robustezza e solidità al bracciale.

La differenza si può vedere già dalle foto!

differenza tra un bracciale con SEL (a sinistra) ed un bracciale no SEL a destra. La maglia del bracciale di destra è cava e curvata, quella di sinistra è solida
SEL vs. no SEL

Seguici su Instagram per non perderti tutti gli aggiornamenti in tempo reale del mondo dell’orologeria.

AUTORE

Co-fondatore
Classe 1999. Mentre ancora al liceo, insieme a Fabrizio, danno vita a IWS. Curiosità, intraprendenza ed entusiasmo sono le caratteristiche che lo distinguono. Si avvicina all’orologeria grazie all’amico e ormai socio, Fabrizio. Prende il ruolo di CEO di ItalianWatchSpotter e studia Economia e Management all’Università Bocconi.
Back to top