Rolex Ha Comprato 3 Orologi Rolex Per 8.3 Milioni Di Euro ?

Scritto da:Andrea David|
9 minuti

Dopo pochi giorni dal weekend di aste con cifre da record che abbiamo vissuto a Ginevra, siamo qui a tirare le somme su 3 orologi tra i più degni di nota degli ultimi tempi.

Non mi riferisco solamente al prezzo, anche se si potrebbe parlare solo di quello date le cifre raggiunte, ma parlo dello scopo a cui serviranno (molto probabilmente) questi tre orologi da urlo.

Per chi di voi non avesse seguito le aste di Ginevra, mi sto riferendo a 3 rarissimi Rolex venduti lo scorso weekend di aste per cifre plurimilionarie. Dopo averli passati in rassegna vi sveleremo alcuni voci di corridoio sul possibile acquirente di questi tre orologi e tenteremo di ipotizzare il motivo dell’acquisto.

Rolex Milgauss 6541

ROLEX MILGAUSS 6541
Credits: Phillips

Il primo orologio è un Rolex Milgauss ref. 6541 venduto dalla nota casa d’aste di fama mondiale Phillips. Si tratta di un modello che potremmo quasi definire NOS e che la stessa Phillips ritiene essere il meglio conservato nella storia della referenza di questo famoso orologio amagnetico.

Ciliegina sulla torta per questo orologio è data dal fatto che si tratta di un esemplare full set comprendente il certificato di cronometro, la garanzia, il cartellino e la scatola di presentazione.

Rolex Milaguss 6541 con certificati e garanzia
Credits: Phillips

Introdotto nel 1956, il Milgauss con referenza 6541 rappresenta il primo orologio di Rolex dedicato a scienziati, ingegneri e tecnici che lavoravano con alti campi magnetici in ambienti elettroindustriali o in strutture scientifiche.

A richiamo dell’elettromagnetismo, è presente l’iconica lancetta dei secondi a forma di “fulmine” montata sopra al quadrante a nido d’ape.

Questo esemplare di Milgauss è statalo venduto per un totale di 2.3 milioni di euro.

Rolex Daytona 6270 

Rolex Daytona 6270
Credits: Phillips

Il secondo orologio è un Daytona con referenza 6270, venduto sempre dalla casa d’aste Phillips. Si tratta di una versione incredibile dell’iconico cronografo della casa coronata, prodotta nel 1988. A parer mio servono poche parole per descriverla.

Rolex Daytona 6270
Credits: Phillips

Ritengo infatti che questo orologio sia uno dei segnatempo del mondo vintage più belli ed affascinanti di tutti. Allo stesso tempo, racchiude al suo interno una delle più belle storie misteriose della casa coronata di cui ho avuto il piacere di parlare in un articolo dedicato

Caratterizzato da una quadrante composto da diamanti con taglio brillante e da un’incredibile lunetta con diamanti baguette, questo Daytona in oro giallo è stato venduto per la bellezza di 3.7 milioni di euro.

Rolex Daytona 6241 JPS

Rolex Daytona 6241 JPS
Credits: Sotheby’s

L’ultimo orologio venduto di cui parliamo è il Rolex Daytona ref. 6241 “John Player Special”.

Questo cronografo a carica manuale della casa coronata, prodotto nel 1969, deve il suo soprannome al richiamo, da parte del quadrante, dei colori dalla vettura di Formula Uno del Team Lotus sponsorizzata dal tabacco britannico John Player Special.

John Player Special Reanult
Credits: Autosprint

Di questo modello con referenza 6241 si stima che ne siano stati realizzati 3000 di cui solamente 300 con cassa in oro giallo.

Quadrante Daytona 6241 JPS

Di queste poche centinaia solo una piccola parte era dotata del tanto ambito quadrante John Player Special. Conservato in eccellenti condizioni, al pari degli altri due orologi sopra menzionati, questo Daytona JPS è stato venduto della casa d’aste Sotheby’s per una cifra di 2.3 milioni di euro.

Il museo di Rolex 

Rolex Oyster
Rolex Oyster, il primo orologio da polso impermeabile al mondo nato nel 1926

Al giorno d’oggi, in un mondo dove la tecnologia cerca quasi di soppiantare la realtà fisica, ritengo sia più che mai doveroso compiere un incessante lavoro per preservare oggetti belli e rari da collezione.

Due aggettivi che trovano la perfetta collocazione quando associati al mondo dell’orologeria e che, affinché possano essere conosciuti dalle generazioni future, bisogna cercare di conservare al meglio per poter essere tramandati come bagaglio culturale di un mondo che ha tanta storia da raccontare. 

Ed è proprio grazie alla creazioni di musei che alcune delle maison più famose al mondo, come Patek Philippe e Omega, per citarne un paio, hanno permesso al mondo degli appassionati di entrare in contatto con tutti i modelli prodotti dalla loro nascita ad oggi.

Rolex Datejust
Il primo Rolex Datejust nato nel 1945

D’altronde, pensandoci un attimo, un museo rappresenta il luogo per eccellenza dove storia e rarità si incontrano nello stesso luogo, permettendo a chi lo frequenta di entrare in contatto con oggetti dal fascino unico.

Nonostante Rolex abbia un retaggio storico pazzesco da tramandare, fino ad oggi sembrava quasi che la visione della maison fosse solo proiettata al futuro.

Rolex GMT
Il primo Rolex GMT-Master lanciato nel 1955

Inoltre, se al giorno d’oggi si volessero delle informazioni e certificazioni sui modelli del passato di cui si è magari in possesso, non si ha la possibilità di avere quello che viene chiamato “estratto d’archivio” che molte maison attente al proprio retaggio storico offrono ai collezionisti. 

Con questo non voglio assolutamente dire che Rolex è indifferente al proprio passato anche perché, sicuramente nascosto da qualche parte e non consultabile da noi comuni mortali, potrebbe esistere un museo in via di costruzione con tanto di archivio di tutti i modelli prodotti dalla sua nascita ad oggi. 

Rolex Day Date
Nel 1956 nasce il Rolex Day-Date

Qui, finalmente, arriviamo al succo del nostro discorso. Se fino ad oggi sembrava che Rolex non fosse attenta al suo passato, in seguito alle aste di Ginevra ci stiamo ricredendo.

Adesso tutti i punti si collegano. A suon di rilanci di offerte e alzate di mani in sala, i tre orologi di cui abbiamo appena parlato, sembra siano stati comprati da nientemeno che Rolex stessa.

A questo punto vi starete giustamente chiedendo come facciamo ad esser certi che siano stati comprati tutti e tre da Rolex.

Rolex Daytona 6239
Nel 1963 nasce il Rolex Cosmograph Daytona

In risposta al quesito possiamo dirvi che in un suo articolo su Rolex Passion Report, Philipp Stahl ha confermato che gli orologi sono stati comprati dalla stessa signora. Si sa, inoltre, che questa signora è famosa per aver spesso agito e comprato come “rappresentante di Rolex”.

Tutti elementi che possono far pensare ad un possibile futuro museo di Rolex che, giustamente, sarà composto da tutti modelli storici della maison oltre che da tutti i modelli più rari prodotti e che logicamente Rolex cerca di trovare nelle migliori condizioni per poter mostrare al pubblico.

Rolex Explorer II
Nel 1971 nasce il Rolex Explorer II

Una cosa sembra essere certa, anche se il museo Rolex fosse solo un lontano miraggio, l’interesse della maison a rintracciare orologi di grande rarità e in condizioni perfette ha portato il mercato dei vintage ad un livello mai raggiunto segnando tre nuovi record.

Conclusioni

Sicuramente mettere la mano sul fuoco per l’ipotesi di un eventuale museo Rolex è altamente azzardato.

Nonostante abbiamo avuto modo di sapere che questi tre orologi siano stati comprati dalla donna misteriosa molto vicina a Rolex, come per ogni cosa ritengo di non poter avere la certezza solamente per “sentito dire”.

Solamente in seguito ad una comunicazioni ufficiale da parte della maison (cosa che spero), potremmo finalmente annunciarvi la tanto attesa apertura di un museo Rolex.

Per ora non ci resta che auspicare in questa nuova avventura della casa coronata che, nel caso venisse annunciata, sarà nostro doveroso compito farvi sapere in anteprima.


Visita il nostro canale Youtube per vivere il meglio del mondo dell’orologeria in prima persona.

Per tutti gli aggiornamenti in tempo reale seguici su Instagram.

Articoli recenti

AUTORE

Autore
Classe 1994, dall’età di 4 anni con sempre un orologio al polso. Amante e studioso degli orologi vintage, compresi quelli militari, la sua passione si è ampliata verso gli orologi moderni dei brand indipendenti ed emergenti. È infine un membro attivo di un forum italiano del settore.
Back to top

Iscriviti alla nostra newsletter!

Non perderti tutti gli aggiornamenti sul mondo dell’orologeria con i migliori articoli della settimana e i riassunti mensili.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Non perderti tutti gli aggiornamenti sul mondo dell’orologeria con i migliori articoli della settimana e i riassunti mensili.

Login

Registrati

Nome*
Cognome*
Email*
Nome utente **
Questo sarà il nome che gli altri utenti vedranno quando commenterai gli articoli
Password*
Conferma Password*
Accetto il trattamento dei miei dati personali da parte di Italian Watch Spotter*