Moser Ci Porta Nel Metaverso Con Il Nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis

Scritto da:Andrea David|
9 minuti

Cari amici di IWS, dopo un 2022 ricco di novità orologerie che sta quasi giungendo al termine, Moser ha deciso di chiudere l’anno con una delle creazioni più innovative degli ultimi tempi. In seguito ad una molteplicità di settori che stanno cercando di addentrarsi all’interno delle nuove tecnologie del mondo 3.0, non poteva di certo mancare all’appello l’alta orologeria. 

Bulgari Octo Finissimo Ultra
Bulgari Octo Finissimo Ultra

Ed è proprio così che, prima fra tutti Bulgari, quest’anno ci ha stupiti con quel tanto discusso QR code posizionato al di sopra del suo Octo Finissimo Ultra in grado di connetterci con qualcosa che va al di là dell’orologio stesso. 

Sulla stessa scia Moser, ma in modo del tutto inedito e personale, come solo la Maison svizzera è in grado di fare, ha deciso di presentare un nuovo modello della linea Endeavour in grado di catapultare il proprietario dell’orologio in un mondo parallelo.

Diamo quindi il benvenuto al nuovo Moser Endeavour Centre Seconds Genesis, un concept watch in grado di coniugare in perfetta armonia, dimensione fisica e virtuale.

Tecnologia e tradizione 

grafica progetto Moser Genesis

01100111 01100101 01101110 01100101 01110011 01101001 01110011, è questo il nome del nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis in codice binario.

Ed è proprio questo codice che è stato condiviso da Moser sul proprio profilo Instagram tramite un post, lasciando alla nostra immaginazione di che cosa si potesse trattare.

A primo impatto, pensando al codice binario potenzialmente collegato in via diretta ad un orologio e, soprattutto, pensando al carattere irriverente che da sempre spinge Moser nel creare orologi fuori dall’ordinario, ho pensato si potesse trattare di uno smart watch in “chiave” Moser. 

Leggendo i commenti del post devo dire che l’opzione smart watch sembrava essere la più accreditata tra i followers della Maison. Pensandoci più attentamente, però, mi sono detto: “Sicuramente Moser, contraddistinta da sempre da un carattere singolare nel creare orologi, non presenterà mai qualcosa di già visto in orologeria”.

Orologio Swiss Moser di formaggio
Lo Swiss Mad Watch di Moser con la cassa ricoperta di formaggio

Basti pensare che, seguendo il proprio carattere anti convenzionale e creativo, la Maison svizzera ha realizzato anche un orologio di formaggio nel 2018 ed uno rivestito con delle piante nel 2019 (per saperne di più vi invito a leggere il nostro articolo dedicato).

Ed è proprio sulla base di queste premesse che l’opzione smart watch è stata smentita il giorno stesso della presentazione. Già dai primi secondi della conferenza stampa, organizzata per il lancio del nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis, abbiamo iniziato a capire di trovarci di fronte a qualcosa di inedito.

screenshot dell'evento nel metaverso per la presentazione di Moser Genesis
La presentazione nel Metaverso del nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis

Per la presentazione infatti Moser ha scelto un’esperienza senza precedenti organizzando la conferenza all’interno del Metaverso.

Ed è in questo mondo del futuro che i fortunati possessori del nuovo Moser Genesis si potranno immergere grazie all’orologio che acquisteranno.   

Con questo innovativo progetto, Moser ha voluto creare quella che rappresenta una svolta futuristica nel mondo dell’orologeria, senza però scordarsi dell’elemento principale presente caratterizzante i propri segnatempo fin dal 1800: l’alta orologeria tradizionale.

Potremmo quindi dire di essere di fronte ad una visione futuristica che parte proprio dalla tradizione dato che il nuovo Moser Genesis non è altro che un orologio “normale” con un qualcosa in più di inedito: la possibilità di accesso ad un mondo parallelo grazie ad uno smartphone. 

Edouard Meylan nel metaverso durante la presentazione del Moser Endeavour Genesis
Edouard Meylan, CEO di Moser, durante la presentazione

Riguardo alla creazione di questo nuovo orologio ed il relativo progetto è intervenuto Edouard Meylan, il CEO del brand, dicendo che:

“Ci troviamo all’alba di una nuova era tecnologica. Proprio per questo motivo ci sembrava fondamentale affacciarci umilmente in questo universo ed essere parte integrante nella definizione delle regole di questo mondo ancora poco conosciuto e ponendoci le giuste domande. Il lato imprenditoriale è nel nostro DNA e ci impegniamo nel coltivare questa filosofia prendendoci dei rischi ed esplorando nuovi territori”. 

Il Nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis

Moser Genesis Endeavour Centre Seconds

Per chi di voi ci segue da tempo avrà ora mai capito il mio debole verso le Maison indipendenti. Tra queste, Moser è sicuramente una delle prime che mi ha portato ad approcciarmi a questo mondo, per certi versi parallelo all’orologeria tradizionale. 

Quello che mi è sempre piaciuto di Moser è il fatto di essere sempre stata in grado di creare orologi mai banali e, soprattutto, sempre innovativi per molti aspetti tecnici e costruttivi ma rimanendo ancorati alla tradizionalità.

Moser Genesis endeavour centre seconds

Devo ammettere però che la mia impressione “a caldo” riguardo il nuovo Genesis, non è stata del tutto convincente. Quindi mi sono detto di aspettare qualche giorno prima di raccontare questo nuovo orologio perché la maggior parte delle volte ho bisogno di un po’ di tempo per metabolizzare orologi drasticamente nuovi.

Per carità, il mio essere molto critico porta il mio “ricredermi”, alle volte, anche ad un giudizio completamente negativo, ma non questa volta. Devo dire infatti che, più guardo il nuovo Centre Seconds Genesis è più sono convito che sia stata una trovata geniale e completamente risuscita da parte della Maison. 

Moser Genesis Endeavour Centre Seconds

Si tratta infatti di qualcosa che va al di là di un semplice orologio, è una sorta di chiave d’accesso ad un universo parallelo. Ed è proprio questa l’idea che ha spinto Moser a creare il nuovo Genesis: un orologio con al suo interno una dimensione fisica, una digitale ed una virtuale. 

Quello che ho iniziato ad apprezzare di questo orologio è il suo essere un “Dr. Jekyll e Mr. Hyde”: una parte anteriore dotata di un codice d’accesso ad un mondo parallelo e, una parte posteriore, che mostra in tutta la sua bellezza una meccanica d’alta orologeria in pieno rispetto della tradizione.

Moser Genesis Endeavour Centre Seconds

Nella parte frontale dell’orologio, infatti, il primo elemento che spicca è sicuramente il QR code inciso sul vetro zaffiro posto a protezione dello splendido quadrante Vantablack. 

Ed è proprio attraverso questo codice unico per ognuno dei 50 orologi che saranno realizzati, che una volta inquadrato con il proprio smartphone, il proprietario dell’orologio potrà accedere a diversi servizi dedicati: dall’autenticazione blockchain, agli asset digitali fino al Metaverso.

A richiamare l’effetto pixellato tipico del QR code, troviamo la lunetta in titanio che crea un tutt’uno con il codice presetene sul vetro. Osservando la corona di carica presente ad ore 3 sulla cassa in acciaio microbigliato, possiamo notare che, come la lunetta, è stampata in 3D e presenta il medesimo effetto pixellato.

Moser Genesis Endeavour Centre Seconds caseback
Fondello del Moser Endeavour Genesis

Capovolgendo l’orologio troviamo invece la parte tradizionale d’alta orologeria per eccellenza: il movimento. Attraverso il fondello in vetro zaffiro posto nel retro della cassa da 11,3 mm di spessore, è possibile ammirare il calibro automatico HMC 200.

Si tratta di un movimento che racchiude al suo interno tutti gli elementi tradizionali del mondo dell’orologeria rifinito con la cura che contraddistingue i calibri di casa Moser

Oltre ad essere un orologio che sicuramente non passerà inosservato da parte di chi avrete intorno, questo nuovo Genesis risulta essere un orologio estremamente comodo e versatile grazie ai suoi 40 mm di diametro e al cinturino grigio in pelle di kudu cucito a mano.

Il funzionamento del nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis

macro sul quadrante del Moser Endeavour Centre Seconds

Oltre a comprare un orologio “normale” in grado di dirci l’ora, se così possiamo definire questo segnatempo futuristico, l’orologio è accompagnato da molte funzioni e servizi usufruibili attraverso il codice QR posto sul vetro. 

Attraverso un’app dedicata scaricabile sullo smartphone sarà possibile accedere, dopo aver inquadrato il QR code del proprio orologio con la fotocamera, ad un ecosistema completo che consentirà l’autenticazione degli orologi attraverso la tecnologia blockchain.

I clienti potranno inoltre accedere alla completa tracciabilità e trasparenza del ciclo di vita dell’orologio, alla certificazione, alla garanzia, all’assicurazione e ad altri ulteriori servizi dedicati tra cui inviti esclusivi a futuri eventi di lancio e la priorità per l’acquisto di future edizioni limitate. 

Digital Artwork by Moser

In aggiunta a questi servizi, il cui sviluppo è stato reso possibile grazie a partner prestigiosi, sono stati creati anche degli asset digitali non speculativi sotto forma di NFT, tra cui opere d’arti digitali. Si tratta di brevi video “time capsule” a cui potrà accedere il proprietario che promuovono l’orologio e gli orologiai che lo hanno creato, sigillati per sempre sulla blockchain nel momento in cui ogni orologio viene prodotto.

Ultima ma non meno importante, sarà la possibilità di poter accedere, sempre tramite il QR code e l’app dedicata, ad un’esperienza immersiva nel Metaverso che invita i clienti ad entrare in un nuovo universo Moser.

All’interno di questo spazio di mondo futuristico dedicato a Moser, i possessori del nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis potranno scoprire la storia del marchio e della Manifattura e, addirittura, incontrare il team di Moser all’interno di uno chalet svizzero moderno e minimalista.

Prezzo e disponibilità

Limitato a 50 esemplari in tutto il mondo, questo nuovo Endeavour Centre Seconds Genesis rappresenta il primo orologio di 3 connessi con il Metaverso che saranno realizzati dalla Maison. Il prezzo di listino per potersi assicurare al polso il nuovo Genesis insieme alla possibilità di accedere al mondo del futuro è di CHF 27.000, corrispondenti a circa EUR 27.000.

E voi, cosa ne pesate di questa nuova creazione firmata Moser? Fatecelo sapere nei commenti.


Per approfondire il mondo di Moser vi invito a visitare il loro sito web e la nostra sezione dedicata alla Maison. 

Seguici su Instagram per non perderti nessun aggiornamento in tempo reale dal mondo dell’orologeria. 

Articoli recenti

COMMENTI

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

AUTORE

Autore
Classe 1994, dall’età di 4 anni con sempre un orologio al polso. Amante e studioso degli orologi vintage, compresi quelli militari, la sua passione si è ampliata verso gli orologi moderni dei brand indipendenti ed emergenti. È infine un membro attivo di un forum italiano del settore.
Back to top

Login

Registrati

Nome*
Cognome*
Email*
Nome utente **
Questo sarà il nome che gli altri utenti vedranno quando commenterai gli articoli
Password*
Conferma Password*
Accetto il trattamento dei miei dati personali da parte di Italian Watch Spotter*